mercoledì 6 febbraio 2013

Basta poco a far splendere il sole. Torta Cuore al Mandarino.

A volte, basta poco a colorare un pomeriggio di quasi pioggia. 

Un raggio di sole che filtra dalle nuvole fitte fitte, l'inchino gentile di un passante che mi lascia libero il passaggio mentre corro dietro al mio Paco, il portone lasciato aperto dal condomino sconosciuto, il campanello che suona e l'allegria che irrompe in un pomeriggio di creatività culinaria compulsiva.

Basta poco per rendere unici dei momenti di vita. 

Basta così poco a far splendere il sole.

Questa mattina curiosavo nel blog di una splendida persona ed ottima cuoca. La sua delicatezza e la capacità di rendere unico ogni suo piatto mi riportano sempre tra le sue pagine virtuali, e lì un pò mi sento a casa. 
Lei si chiama Sabina, ha un'amica inseparabile di nome Elsa e la sua cucina si trova vicino vicino alle più belle montagne del Nord Italia. Racchiude profumi e sapori nel suo blog "duebiondeincucina", ma ci sono anche storie che ti rapiscono. 

Lì ho trovato la ricetta per il Plumcake al mandarino, ma visto che non avevo lo stampo adatto l'ho trasformato nella Torta Cuore al Mandarino

La ricetta e tutto il procedimento li trovate proprio qui

Io l'ho seguita alla lettera :)


E poi è arrivata l'ora della merenda, dei colori e delle parole crociate. Sono piombati in casa i gemelli, lei e lui, che mi ricordano sempre quei gemelli del Dio delle piccole cose di Arundhati Roy. E a nove anni si è convinti che il sole splenderà sempre, oltre ogni nuvola e dietro ogni muso imbronciato. 


Quel che resta di questa merenda sana e deliziona sarà divorato domani a colazione! 

Grazie Sabina per questa semplice e gustosa ricetta!

E' stato facilissimo prepararla e poi ha soddisfatto grandi e piccini. Credo sia molto importante che tutte le nostre ricette siano fattibili da chiunque, ciò che le rende uniche e speciali è poi il tocco personale che talvolta può semplicemente essere il modo in cui si presentano.

Buona Notte!!

Sara

ps: questa ve la dedico


Ogni pensiero può cambiare il destino,
persino un bambino sa farlo,
basta avere un sogno,
e poi stringerlo in pugno,
vedrai si avvererà..

max gazzè - splendere ogni giorno il sole

sabato 2 febbraio 2013

Equilibri Oltreoceanici: pasta & fagioli.

Perdono!

Inizia così il mio primo post dell'anno. Sì, perchè la mia cucina è rimasta in silenzio per troppo tempo e la mia presenza su questo blog e tra le vostre ricette è stata quasi assente. Ho curiosato molto tra i vostri piatti, tra le vostre tavole apparecchiate per le feste e poi è arrivato il nuovo anno. Inizi dolci e salati, pensieri e ricette. La mia presenza nei vostri blog è stata anonima, lo so, e vi chiedo scusa. 
Trasferirsi oltreoceano non è facile, il tempo mi è stato rubato dalle mille cose da organizzare, un nuovo lavoro e la ricerca di un posto nuovo dove ricominciare a creare tra i fornelli. 

Saltelliamo tra l'Italia ed il Brasile in questo periodo. 

Sono in Italia ora e la saudade della nostra nuova terra si fa sentire. Il ricordo dei suoi colori, dei suoi sapori e delle sue tradizioni mi accompagnano mentre vivo intensamente anche questi giorni italianissimi. 
E mentre aspetto il momento giusto per volare ancora via dalla mia terra, sperimento qualcosa che crea il giusto equilibrio tra qui e li

Pasta & Fagioli 


 fagioli tondini
sedano
carota
cipolla 
pomodoro pelato
sale
olio evo
peperoncino
pasta secca all'uovo 

Lavare e tagliare a piccoli dadini il sedano e la carota. Fare lo stesso con una mezza cipolla. In una pentola far soffrigere poco con un cucchiaio di olio evo il sedano, la carota, la cipolla, un pò di peperoncino ed un pomodoro pelato schiacciato. Aggiungere un pò d'acqua ed i fagioli tondini sgocciolati(già lessati in latta o vetro). Lasciare cuocere fino a quando non saranno ben ammorbiditi sia i fagioli sia le verdure (io mi regolo con le carote). Dopo di che, frullare con un mini pimer ad immersione e aggiungere altra acqua - se ne è rimasta poca - salare e quando arriva a bollore aggiungere la pasta secca all'uovo. Io ho scelto un formato speciale, i gigli. Far cuocere la pasta a fuoco moderato mescolando spesso. 
A me piace cremosa, quindi ho cotto la pasta con l'aggiunta di poca acqua. 
Prima di servire un filo d'olio evo a crudo!  



I fagioli sono alla base della cucina brasiliana e la pasta sta alla base della nostra cucina. Ho pensato di fonderli insieme, come in realtà facciamo già da tempo in Italia, utilizzando ingredienti semplici e senza badare troppo alle dosi. Le dosi non sono proprio il forte della cucina brasiliana!

E questa terra non smette di stupirmi e mi cattura con ironia e amore.


clarice falcão (fred astaire)

Só pra saber
Nesse tal filme de romance
Antes que o público se canse
Você me beija no final?
..
Solo per sapere
se in questo film d'amore
prima che il pubblico si stanchi
tu mi baci alla fine?

beijos!

Sara

martedì 4 dicembre 2012

Esplorando un Nuovo Mondo. Batido de Abacate (Frullato "a mano" di Avocado)

Bom dia! 

Manca poco al nostro primo rientro in Italia. Quando si è lontani da casa si apprezza tutto più intensamente. E allora ti mancano i piccoli gesti a cui magari prima non facevi nemmeno più caso. 

Mi manca un pò il freddo del Natale. Quello che ti fa accoccolare sul divano con una tazza di tè fumante ed una copertina di pile a scaldarti la pancia. Mi mancano le lucine di Natale, quelle bianche intermittenti, che si intravedono dalle tende chiuse male di proposito mentre cammini per strada respirando il profumo di caldarroste. 
Mi manca il mio forno e sperimentare dolci per la Vigilia di Natale.

Ho imparato molto in questo viaggio di scoperta. Siamo stati degli esploratori in questa terra di colori, suoni e profumi. Abbiamo scoperto un nuovo mondo.

E mentre progetto la mia vita qui e sogno la mia futura cucina, mi adatto a questa un pò spoglia e senza tutte le mie comodità. E per fare un frullato mi arraggio e il mio frullatore diventa una forchetta

Batido de Abacate
(frullato "a mano" di Avocado)


Ingredienti (dosi a piacere) - Ingredientes (a gosto)

Avocado - Abacate
Latte - Leite
Zucchero di Canna - Açúcar Naturale 

Souvenirs from Rio de Janeiro.
 
Questo è il risultato cremoso e delizioso. Esse è o resultado, muito cremoso e delicioso.
Anche qui a São Paulo, col caldo e le piogge tropicali, arriverà Papai Noel ed io ho già pronta la mia wishlist!


Perdonatemi l'assenza.
Vi penso e vi abbraccio! 
Até breve

Beijos 




sabato 3 novembre 2012

Baci & Abbracci dal Brasile

Olá!!

In fase di adattamento ed orientamento vi lancio abbracci d'oltreoceano.
Qui arriva l'estate e tutto si colora, soprattutto le braccia nude sotto il sole del Tropico del Capricorno.
Cerco sapori, ingredienti e profumi. Bevo litri di succhi naturali e sperimento piatti da riprodurre in una futura cucina tutta mia!

Intanto, guardate cosa i miei occhi hanno catturato.

Vi penso!

giovedì 11 ottobre 2012

Una valigia di ricordi da portare con me

Ci siamo quasi. Manca meno di una settimana alla nostra partenza.

Abbiamo già lasciato la nostra casa sui monti un mesetto fa e ci siamo rituffati nella caotica vita della Capitale carichi di entusiasmo. Il caos delle sere di un'estate che non vuol finire ci fanno compagnia e ci tengono svegli per le strade e nei nostri letti improvvisati. Le nostre valigie sono tutte aperte, abbiamo vestiti sparpagliati ovunque, libri accatastati, il dizionario di portoghese aperto a pancia in giù ed i biglietti custoditi in cima ad una mensola tra le guide della Lonely. 

Le nostre giornate sono lunghe di attese in fila in qualche ufficio o a far liste di quello che sì e quello che non vale la pena di portar con sè in questo primo viaggio. Sì, perchè il nostro primo viaggio durerà solo due mesi. Ci sarà una pausa italiana di un mese circa e poi si ritornerà verso la nostra nuova casa. 

Un paio di settimane fa abbiamo iniziato un corso intensivo di lingua portoghese con una splendida persona madre lingua brasiliana. Lucìa è il suo nome e ci sta insegnando, attraverso i suoi racconti, com'è la vita aldilà dell'Oceano Atlantico. La ascoltiamo attenti, rapiti e stupiti. Facciamo lo slalom tra regole grammaticali e modi di dire. Sorseggiamo caffè minheiro e scopriamo nuovi ingredienti per dolci futuri. L'avventura è già iniziata!
Mi ha fatto un dono qualche giorno fa, qualcosa di semplicissimo per cui si può perdere la testa in Brasile: la gelatina
Sono tornata a casa con una bustina di gelatina all'uva e con tre tazze di acqua (1 bollente e due fredde) ho preparato questa merenda lampo!

   


Effettivamente resistere a questo delicatezza superprofumata è difficile!


Un assaggio di Brasile ci voleva proprio prima della partenza.


Porterò con me mille ricordi e tantissima musica. Ho scatoloni di libri e foto che aspettano silenziosi il loro turno per essere imbarcati. Nel frattempo nella mia testolina racchiuderò tutti i ricordi speciali della mia Terra! 

Vi abbraccio 
Sara

venerdì 21 settembre 2012

La Crostata alla Frutta e la Vita che Cambia!

Et voilà! 

Siamo pronti a partire e a cambiare vita. Perdonatemi, ma quest'estate è stata lunghissima e piena di cose da fare, preparare, sistemare, inscatolare ed organizzare. La casa sui monti da lasciare, gli scatoloni da imballare per bene, le nostre valige da chiudere ed i pelosi da sistemare (solo per un breve periodo), mi hanno completamente risucchiata in un vortice lontanissimo dalla mia cucina. :( 

Sono riuscita comunque a sperimentare qualcosina, che ho diligentemente fotografato, ma che non sono riuscita ad inserire nel mio blog, che ben presto diventerà italo-brasiliano.
Partiamo tra due settimane per Sao Paulo!! 

Ho mille cose da raccontarvi e molte ricette da presentarvi, ma per ora vi lascio questa crostata che ho preparato per il compleanno della mia mamma lo scorso fine settimana, nella nostra tappa milanese prima della partenza!

La Crostata alla Frutta per un dolce saluto 


  Ingredienti

per la frolla vedi qui

per la crema pasticcera vedi qui
(dal blog di Rachele, ho sostituito la Manitoba con la Maizena 
ed aggiunto qualche goccia di limone)

per la frutta potete usare quella che più vi ispira. 
Io mi sono lasciata tentare da:

fragole
ribes
lamponi
pesche
kiwi
uva bianca

che poi ho coperto con uno strato di tortagel della PandegliAngeli.


Le imperfezioni ci rendono unici.
 


 e poi l'effetto TortaGel


e con questa semplice, delicata e golosa torta abbiamo festeggiato il compleanno della mia mamma. 

 
le candeline sono state un simpatico scherzo della mia dolce metà :) che viste dalla postazione da festeggiata potevano trarre in inganno!! 

Ora devo solo trovare un sottotitolo al mio blog! 
Chi mi aiuta?

un abbraccio enorme 

Sara

martedì 3 luglio 2012

Una tazza di Riso thai ed i pensieri volano Oltreoceano

Ebbene sì, i pensieri corrono Oltreoceano, verso sud. 

La mia cucina a 1600 si trasferisce in Brasile! Ecco, l'ho detto! 

Immaginate il frullato dei miei pensieri che si mischiano senza senso in questi giorni. Il tavolo della mia cucina è sommerso di quaderni di cucina, matite, evidenziatori, libri di grammatica brasiliana, film in lingua originale, l'ultimo romanzo italiano che sto tentando invano di leggere e la mia macchina foto pronta a catturare le mie ultime invenzioni tra i fornelli. E poi fa caldo anche qui tra i monti e la voglia di mangiare qualcosa di fresco si fa sentire.

Vi presento una cosetta rapida ed inventanta al momento, quando il frigo piange e lo stomaco brontola (perchè il tempo per far la spesa mica lo trovo in questo periodo!).

Insalata di Riso Thai profumato
riso thai profumato
finocchio
valeriana
mais
feta
noci
olio evo
sale


Ho aggiunto un cucchiaio di maionese vegetale e mi son pappata tutta la mia tazza! Secondo me ci stavano bene anche delle olive taggiasche. Ovviamente ho cotto il riso e quando si è freddato l'ho unito agli ingredienti a freddo. Meglio prepararla al mattino per il pranzo o a pranzo per la sera, così tutti i sapori si fondono. 

Un abbraccio a voi tutti e scusate se ancora non ho risposto a molti dei vostri commenti :) 

ps: mi sto documentando sulla cucina brasiliana! 

Sara